Il Voucher 3I per la consulenza legale alle start up



Ci siamo: si chiama Voucher 3I e potranno usufruirne tutte le start up innovative in relazione al pagamento di servizi di consulenza legale riferiti alla brevettabilità delle innovazioni proposte dalle nuove società.


A breve il Consiglio Nazionale Forense renderà disponibile l’elenco dei legali abilitati a prestare tale tipo di consulenza finanziata dal MEF.


Per la fornitura dei servizi di consulenza, i legali inseriti nell’albo non potranno richiedere anticipi di pagamento, né ulteriori compensi in aggiunta a quelli coperti dal voucher.


Gli importi erogati sono i seguenti:


a) euro 2.000,00 + IVA in consulenza legale per la verifica di brevettabilità dell'invenzione;


b) euro 4.000,00 + IVA in consulenza legale per la stesura della domanda di brevetto;


c) euro 6.000,00 + IVA in consulenza legale per il deposito all'estero della domanda nazionale di brevetto.


Ciascuna start up può richiedere di ottenere il Voucher 3I fino a tre diversi brevetti per anno: il pagamento viene effettuato direttamente dal Soggetto Gestore (Invitalia s.p.a.) al legale che ha fornito la consulenza alla singola start up.




Post recenti

Mostra tutti

L'istituzione della Procura europea (EPPO)

(Schema di decreto legislativo recante disposizioni per l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2017/1939 del Consiglio relativo all'attuazione di una cooperazio

Riforma delle norme relative gli impianti sportivi

(Schema di decreto legislativo recante misure in materia di riordino e riforma delle norme di sicurezza per la costruzione e l'esercizio degli impianti sportivi e della normativa in materia di ammoder