Il nuovo Portale Nazionale sulla prestazione energetica degli edifici

In discussione lo schema di d.lgs. di attuazione della Direttiva 2018/844/UE sulla prestazione energetica degli edifici (Energy Performance of Buildings Directive - EPBD III), modificativa della precedente Direttiva 2010/31/UE (cd. EPBD II) e della Direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica.


L’art. 5 introduce un nuovo art. 3-bis nel d.lgs. n. 192/2005, sulla Strategia di ristrutturazione a lungo termine del parco immobiliare nazionale.


Nel dettaglio, l’articolo inserisce la Strategia quale parte integrate del Piano nazionale integrato per l’energia ed il clima, documento programmatorio con orizzonte decennale che gli Stati membri debbono presentare alla Commissione europea e aggiornare triennalmente ai sensi del Regolamento (UE) 2018/1999 sulla governance europea dell’energia.


Il Documento indica l’entità del concorso di ogni Stato Membro agli obiettivi dell’Unione in materia di efficienza e sicurezza energetica, fonti rinnovabili, riduzione di emissioni di gas effetto serra. A gennaio 2020, l’Italia ha presentato alla Commissione UE la versione definitiva del PNIEC 2030.


L’art. 3-bis - sulla base dei nuovi obiettivi UE 2030 e 2050 - indica quale finalità della Strategia quella di conseguire un parco immobiliare decarbonizzato e ad alta efficienza energetica entro il 2050, facilitando la trasformazione efficace in termini di costi, degli edifici esistenti in edifici a energia quasi zero.


L’art. 17 dello schema abroga i commi da 1 a 3 dell’art. 4 del d.lgs. n. 102/2014 che demandano all’ENEA l’elaborazione - nel quadro dei piani d’azione nazionali per l’efficienza energetica (PAEE) - di una proposta di interventi di medio-lungo termine per il miglioramento della prestazione energetica degli immobili e disponendo la sottoposizione del documento all’approvazione del MISE e del Ministero dell’ambiente.


L’art. 8 introduce un nuovo art. 4-quater al d.lgs. n. 192/2005, il quale prevede l’istituzione del Portale Nazionale sulla prestazione energetica degli edifici, avente lo scopo di fornire ai cittadini, alle imprese e alla P.A. informazioni sulla prestazione energetica degli edifici, sulle migliori pratiche per le riqualificazioni energetiche efficaci in termini di costi, sugli strumenti dì promozione esistenti per migliorare la prestazione energetica degli edifici, compresa la sostituzione delle caldaie a combustibile fossile con alternative più sostenibili, e sugli attestati di prestazione energetica.


Ad ENEA è rimesso il compito di istituire uno sportello unico finalizzato a fornire - una volta acquisite ed elaborate da parte del Portale le informazioni suddette, nel rispetto della normativa in materia di trattamento dei dati personali - assistenza ed ogni informazione utile ai cittadini, alle imprese e alla P.A.