ESMA vs Cryptocurrency




La European Securities and Markets Authority (ESMA) ha pubblicato il primo Report 2021 relativo alle tendenze, ai rischi e alle vulnerabilità dei mercati finanziari.


Con riferimento alle cripto-attività, viene evidenziato come i consumatori non possono accedere alle tutele tipiche di protezione in quanto le cripto-attività non sono sottoposte alla vigilanza delle Autorità nazionali e, quindi, rappresentano prodotti a carattere speculativo e con rischio elevatissimo.


I rischi relativi agli investimenti in cripto-attività, sottolinea il Report, derivano dall’alta volatilità e dalla mancanza di una normativa specifica, oltre ai rischi di frode tipici legati all’operatività degli exchanger.


ESMA assume altresì che la diffusione degli stablecoins potrà far sorgere problematiche relative alla stabilità finanziaria complessiva.


Per converso, il ricorso a Central Bank Digital Currencies (CBDCs) pare auspicato al fine di dotare i consumatori di mezzi di pagamento elettronici più accessibili e meno costosi.


Il report in versione integrale è reperibile qui.